Roma Città.

by

Come gettarsi a capofitto nella città, come lasciarsi stupire , momento dopo momento. Attimo dopo attimo.
Sguardo su sguardo, che poi lasciamo a lei, la macchina fotografica, ora diventata nel tempo digitale.
Più possibilità, più semplicità.
Tutto questo, avviene d’istinto lanciandosi, nel giorno, nelle strade, cercando di portare a casa quanto di più prezioso, la città possa offrire.
Di rubare, a buon fine, storie, attimi e persone di un città davvero eterna.
Non ne posso fare a meno, ogni volta la stessa storia.
Voglia di far foto, incondizionata.
Sole o Nuvoloso che sia.
Vorrei sempre tentare di carpire immagini, significative…emblematiche.
Avere quell’occhio pronto a stupirmi prima ,ed a stupire dopo, chi guarda.
Compreso me stesso.
E farlo con le cose più comuni ai molti.
Più semplici.
La semplicità non dimentichiamolo è sempre la migliore delle cose.
Non vi è ombra di dubbio.
Prendere quello sguardo sconosciuto, quel palazzo piuttosto che quel monumento, quella goccia di rugiada quella foglia distesa sul selciato.
Inerme.
Tutto ciò richiede grande istintività. Grande intuito. Grande voglia.
A primo acchito, riguardandole, queste immagini, non avranno nulla di così particolare. Ma nel tempo acquisteranno significati preziosi.
Importanti. Serviranno a ricordare. A non dimenticare.
Insomma, questo è quello che si sente nel momento in cui si ha con sé, uno strumento per carpire determinate immagini e uno strumento per poterle organizzare archiviare immagazzinare.
Tutto deve essere ordinato, meticoloso a tratti.
Lo dico troppo spesso, ma troppo frequentemente non osservo questa regola. Regola che è base e primaria.
Mi faccio sopraffare da tutto quello che ho.
Tante cose. Troppe cose. Al punto di non avere la capacità giusta per capire di ognuna il vero significato e di prendere solo ciò che di buono possono offrire. La città ti parla, ti dice quello che accade intorno e dentro di lei. E tu cerchi di ascoltarla , di starle dietro.
Con le sue mille ed una storia con i suoi infiniti segreti.
Che per molti segreti non sono, ma solo verità dette sottovoce che bisogna custodire come preziose confidenze.
Io ci provo a guardarla nel profondo, ad essere rispettoso della sua storica maestosità. “…Troppo grandi quei monumenti…”, mi dicevano stupiti i miei iberici amici venuti in visita nella Capitale , l’estate passata.
E gli occhi al cielo , spesso e volentieri.
La chiamano città eterna. In nome del suo glorioso passato.
Del suo enorme peso in vicende che hanno cambiato il corso della storia.
E puntualmente mi lascio sempre affascinare , pur vivendo non molto lontano da lei, pur essendo abituato a determinate scenografie.
Solo che negli anni cerco di farlo sempre in maniera migliore , in maniera più espressiva, matura,,,,esperta.
Esperta dovrebbe essere la mano che preme il pulsante di scatto.
Spesso non è così, sapete ? Spesso, questa è pura illusione che conforta il cuore prima di sincronizzare il tutto nel tuo computer portatile.
Poi vedi le imperfezioni, solo poi ti accorgi di quanto potevi e magari dovevi far meglio.
Dovevi, perché l’imperativo serve ed aiuta, necessario in taluni casi usarlo.
Sono convinto che lasciarsi sempre affascinare , sia cosa buona e giusta.
Avere sempre il senso della sorpresa, sia un toccasana per le tue emozioni. Il senso anche ,dell’attesa per la sorpresa, è meraviglioso.
Si.
Sapere , che ,un giorno sarai comunque sorpreso, da un qualcosa, da qualcuno.
Please, cose positive, cose belle,confortanti a nessuno piacerebbe riceverne di sgradevoli
Come lo sono stato questa mattina, mentre accompagnato e scortato da un amico che della capitale ha fatto la sua residenza, vagando per colli e vicoli, senza remora, avendo la prontezza di non farmi sfuggire quanto di importante ci fosse da mantenere mio, nella mia memoria (non solo digitale).
Vorrei avere il tempo di fotografarla tutta, di essere paziente e calmo in ogni scatto di essere metodico e presente, di apprezzarne a pieno l’essenza…
Technorati Tags: , , , , , ,

Annunci

7 Risposte to “Roma Città.”

  1. Sioux Says:

    Roma per uno che ama fotografare è davvero una gioia.Ad ogni angolo c’è uno spunto ( non solo storico/monumentale). Adesso che abbiamo a disposizione le digitali non c’è neanche più il problema del costo e dell’esaurimento delle pellicole. il che è un gran piacere!

  2. stefigno Says:

    assolutamente sioux, assolutamente,,,angolo dopo angolo, momento dopo momento. 🙂

  3. patricia Says:

    Non solo per chi ama fotografare…Roma ti segna…la pelle, il cuore, la mente, il modo di fare…nel bene e nel male, Roma ti resta dentro…ne so qualcosa…baci

  4. brigidafraioli Says:

    Come si fa a non innamorarsi di Roma? Roma è come le grandi attrici: Non hanno una bellezza perfetta, a voler indagare a fondo, ma ti stregano con lo sguardo e ti fanno credere di essere delle dee.

  5. dada Says:

    Roma è unica…..è troppo bella io ci vivrei!!!!!!

  6. stefigno Says:

    Insomma dada,,,tra traffico, confusione, smog,,file.,.,.
    non so alla fine se nel quotidiano,,ne valga così la pena,.,.

  7. mary Says:

    Ste, voglio vederle, ‘ste foto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: